Il paradosso delle miscellanee

Archives of Pontifical Gregorian University

La miscellanea è la disfatta dell’archivio. E’ la vittoria della pigrizia dell’archivista che non riesce comunque a rinunciare alla sua smania ordinatrice. Il raggruppamento miscellaneo mette in crisi tutto l’archivio perché nella sua arbitrarietà si manifesta ciò che, altrove, nell’ordine, si finge e si nasconde e spesso si perde: la collocazione originaria dell’oggetto, il flusso nel quale era inserito, il nome e la funzione che aveva. Oggi le carte separate e ordinate, con dei criteri che non saranno mai quelli originari, sono battezzate anche queste con un nome generico: documenti.  Denominazione questa altrettanto miscellanea che non rende né giustizia né onore a quelle vestigia del passato.

La perdita della memoria riguardo come e perché sono stati conservati la pergamena medievale, il disegno del XVIII secolo e il sermone stampato così come lo smarrimento del senso che portò a separare qualcosa da un insieme, confessa anche l’incapacità del presente di accettare l’alterità del passato. Tuttavia, l’archivio…

View original post 712 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...