Luder

“Nella notte, una notte sola, il dio inferiore (Ariman) apparve… La sua parola echeggiava dinanzi alle finestre della mia camera da letto come una potente voce di basso… Ciò che veniva detto suonava in un modo che non era affatto amichevole; tutto sembrava architettato per incutermi timore e trepidazione e la parola essere immondo [Luder] si fece udire spesso, espressione assai frequente nella lingua fondamentale, allorché si trattava di far sentire la potenza e la collera di Dio all’uomo che Egli intendeva annientare. Ma tutto ciò che veniva detto era sincero, nessuna frase imparata a memoria… Così l’impressione che dominava essenzialmente in me non era la paura, ma l’ammirazione dinanzi alla grandiosità e al sublime; perciò, nonostante gli insulti presenti nelle parole, l’effetto che produssero sui miei nervi fu benefico…”. (P. Schreber, Denkwürdigkeiten. )

Come ricorda François Dosse nella sua biografia di Michel de Certeau, la pazzia che inonda Paul Schreber ha come asse la parola luder che ha un ampio campo semantico che va da “puttana” a “carogna”, passando per “scapestrato”, “poveraccio”, “mascalzone”. Non si tratta solo della pazzia di Schreber nello sforzo di dare un significato e una traduzione alla voce divina che così lo nominava. Il significato di luder, come lo ricorda lo stesso Certeau, “esprime la condizione e l’efetto del credere alla parola allorché ció funziona como identificazione o salvezza. Non si tratta tuttavia di un caso speciale di follia. Si tratta di una follia ‘generale’. Essa appartiene a qualunque istituzione che garantisca un linguaggio di senso, di diritto o di verità.” (M. de Certeau, Storia e psicoanalisi, p. 198)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...