Oltre le colline: il dramma del linguaggio

Il Drago (1952), Maurits Cornelis Escher

Il film di Cristian Mungiu, Oltre le colline, è eccellente. Alcuni annoverano questo film tra quelli che parlano della fede, quale? Difficile dirlo. Forse quest’allegoria della fede è molto più complessa e il suo significato non si esaurisce al primo sguardo, né al secondo. Senz’altro Mungiu ci introduce in quella variegata landa delle credenze. Tutta una comunità religiosa si converte man mano in un dito che indica e esorcizza, si convince di incarnare la sentenza evangelica: si in digito Dei eicio daemonia profecto praevenit in vos regnum Dei. Come diceva Bartolomé de Las Casas: quando un uomo desidera fortemente una cosa e vi si attacca saldamente con l’immaginazione, ad ogni istante ha l’impressione che tutto quel che vede e sente parli in favore di quella cosa
Questo ragionamento circolare, ahimè, non è soltanto dietro la collina, oltre al villaggio, minaccia il nostro quotidiano, è un demonio difficile da scacciare. Questa bestia feroce, perfida e subdola, si alimenta di luoghi comuni e di tautologie, eleva a ovvietà complesse costruzioni personali. Costruisce un codice che chiama “osservazione della realtà” e a partire da esso canonizza ed esorcizza.
La ‘codificazione’ «riesce» sempre, perché funziona in modo puramente tautologico, dal momento che l’operazione si svolge all’interno di un campo chiuso. Per gli esorcisti, la difficoltà non è assicurarsi il mezzo per verificare la codificazione ricevuta, ma trattenere ‘le fanciulle’ [possedute] nel recinto del discorso.” (La possessione di Loudun, Michel de Certeau). 
Che non si spenga mai in noi la voglia di rompere il recinto.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...