Affollati

Folla allo stadio. Renato Guttuso
Guardali. Camminano imbacuccati nelle loro cuffie, nella destra un gelato non ben identificato, nell’altra una macchina per non guardare e dimenticare in pace e quanto prima. Qui è morto il flâneur, il cui ritmo era dato dal portare a passeggio una tartaruga. Forse qui il flâneur non è mai nato. Arrivano da qualche parte ma non sono mai partiti. Loro ci rappresentano. Ci rispecchiamo nella loro fretta, con il nostro fare frettoloso, sempre tanto e troppo. Fermati e guarda, anche se non c’è più il caffè donde osservare:
Finii dunque per disinteressarmi di tutto quanto accadeva nella sala del caffè, e concentrarmi nella contemplazione di quello che vedevo fuori.
Dapprincipio le mie osservazioni furono di natura astratta e generalizzatrice. Consideravo i passanti in quanto masse, correndo col pensiero solo ai loro rapporti collettivi. Ma a poco a poco venni ai particolari e con minuzioso interesse mi applicai ad esaminare la varietà dei tipi nei loro abiti, e negli aspetti, nell’andatura, nelle facce, nell’espressione delle fisionomie.
Per la maggior parte erano persone dall’aria convinta propria agli uomini di affari, e parevano preoccupati soltanto di aprirsi un varco nella ressa. Con le sopracciglia aggrottate muovevano gli occhi vivacemente, e se qualcuno li urtava, senza manifestare impazienza di sorta si raggiustavano i panni e tiravano via. Altri, in gran numero anch’essi, procedevano con un fare inquieto, rossi in volto, e parlavan tra sé gesticolando come se pel fatto stesso di quella moltitudine infinita che li circondava si sentissero soli. Se accadeva loro di doversi fermare per qualche impedimento cessavano di borbottare ma raddoppiavano i gesti e, con sulla faccia un sorriso distratto, esagerato, aspettavano che gli altri, nel cammino dei quali s’erano intralciati, fossero passati via. Se poi venivano urtati si profondevano, tutti confusi, in saluti ed inchini.
 
(E.A.Poe, L’uomo della folla)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...