Il rischio è di girare nudi senza essere nemmeno imperatori

Boezio e la donna filosofia

Recentemente Carlo Federici mi ha ricordato come la conservazione debba coniugare, in modo rigoroso, teoria e pratica. Mi è venuta in mente la descrizione della donna filosofia che si reca al carcere pavese per consolare Boezio: mi sembrò che sopra il mio capo fosse apparsa una donna di aspetto venerando, dagli occhi sfolgoranti e penetranti oltre la comune capacità degli uomini […] Nel lembo inferiore del vestito si poteva leggere, ricamata una П (praxis) greca, in quello superiore, invece, una Θ (theoresis) e tra le due lettere apparivano disegnati in figura di scala alcuni gradini per mezzo dei quali era possibile risalire dalla lettera  inferiore a quella superiore. La stessa veste appariva tuttavia lacerata da mani violente, che ne avevano portato via quanti brandelli avevano potuto. La donna reggeva nella mano destra dei libri, nella sinistra uno scettro.

Non mancano mai le “mani violente” che vogliono separare ciò che non può né deve essere diviso. Ricordo in altri ambiti inutili e sterili discussioni su teoria storiografica e pratica storica, come se entrare in un archivio non fosse già entrare in un ambiente costruito da scelte previe e armato di teoria fino ai denti. 

Se è vero che la conservazione del patrimonio mette in moto una serie di capacità intellettuali e manuali, sensibilità e conoscenze, l’abbandono, gli interventi scellerati, le digitalizzazioni scriteriate e inutili, la fruizione smodata, l’aumento di utenti come scopo principale, e altre pratiche distruttive, che teorie nascondono? O si argomenterà sornioni ancora che è tutta colpa della crisi economica? O si dovranno sentire ancora i piagnistei degli amministratori che non ci sono dei fondi mentre che con la mano sinistra continuano a spendere e talvolta a sprecare altrove?  Rivestiamoci senza indugio del manto antico prima di rimanere in mutande.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...