Il Caravaggio alle Scuderie del Quirinale 19/02-13/06 2009

Poche settimane fa un gruppo di archeologi ha ritrovato il corpo del Caravaggio. Finalmente riportato alla luce colui che amava lavorare nella camera ombrosa!

 Le ricerche sono state condotte dal Comitato Nazionale per la Valorizzazione di Beni Storici, Culturali e Ambientali presieduto da Silvano Vinceti. I resti dell’ossario del piccolo cimitero di San Sebastiano furon trasferiti, negli anni 50′ nel cimitero di Porto Ercole. Lì un gruppo di studiosi coordinati dal Prof. Giorgio Gruppioni, tra i resti di 200 corpi selezionarono quegli appartenenti al Caravaggio. Ulteriori esami del dna tra questi resti e gli attuali discendenti del Caravaggio potranno portare alla “certezza dell’identità”. Non mancherà lo storico che solleverà delle perplessità riguardo questa identificazione… Questa operazione non può non ricordare tutti i nostri sforzi per dare un corpo al passato. Con l’occasione del congresso dei gesuiti espulsi tenutosi a Bologna durante lo scorso dicembre (vedi “Convegni-Simposi”), ho potuto riflettere ancora sull’esistenza di un corpo gesuitico. In quella sede ho potuto ancora ricordare la frammentarietà di questo sforzo ricostitutivo: Il Corpo è, come lo ricorda Michel De Certeau, la simbolizzazione socio-storica di un gruppo. Rappresenta lo sforzo dell’istituzione per darsi un valore topográfico e canonico. Dal corpo però non possiamo che possedere parte e resti; o marche, citazioni, estratti rappresentativi con la doppia funzione di rappresentarlo e di fissarlo, così come gli esempi nella grammatica proporzionano modelli accettati e indicano l’uso corretto della lingua. La totalità del corpo ci sfugge sempre. Dopo lo “sforzo” archeologico per ritrovare il corpo del Caravaggio comincieranno durante tutto il 2010 una serie di mostre per ricordare Michelangelo Merisi, questa alle Scuderie ci promette “semplicità” e “autografia sicura” avendo scartato le opere riferite alla bottega caravaggesca.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...